Quando scade il termine del deposito bilancio 2023

 

La chiusura del ciclo economico e la rendicontazione delle attività svolte durante l’anno sono segnate con precisione grazie alla redazione e al deposito di bilancio. Si tratta di un momento cruciale per ogni azienda. Rappresenta il momento in cui si andranno a tirare le somme, visionando e analizzando ciò che è andato bene e ciò da migliorare nell’anno successivo. 

In questo articolo, andremo a vedere insieme le scadenze, le procedure e tutti gli step necessari per effettuare il deposito bilancio 2023, le eventuali conseguenze per una consegna in ritardo e tutti i costi relativi al deposito. 

 

Quando deve essere depositato il bilancio 2023?

Entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale (che solitamente è il 31 dicembre) e in seguito all’approvazione dell’assemblea dei soci.

A rigor di logica quindi, la scadenza ultima per l’approvazione del bilancio 2023 è il 30 aprile, o 29 aprile 2024 in caso di anno bisestile. In alcuni particolari, questo termine può essere prolungato fino a 180 giorni, ovvero fino al 30 giugno, ovvero 29 giugno 2024 in quanto anno bisestile. Questa proroga può avvenire solo per due ragioni, che devono coesistere: deve essere previsto dallo statuto della società e deve essere motivato da particolari esigenze della struttura o dell’oggetto della società.

Lo step successivo all’approvazione è il deposito. Entro 30 giorni dall’approvazione, il bilancio deve necessariamente essere depositato presso il Registro delle Imprese.Per cui, il 29 maggio, o in caso di rinvio, il 29 luglio 2024, è l’ultimo giorno utile per il deposito bilancio 2023. In caso contrario si incorrerà in una sanzione amministrativa.

 

Quanto costa depositare un bilancio 2023?

Per effettuare il deposito bilancio 2023 presso il Registro delle Imprese è necessario sostenere prima dei costi, in questo caso, amministrativi.

Ci sono i costi di segreteria, pari a 62 euro per le società di capitali e 35 euro per le società di persone. In aggiunta però, è necessario tenere in considerazione anche l’imposta di bollo, che ammonta a 65 euro.

In alcuni casi, ad esempio se si richiede l’uso di un intermediario, come un commercialista o un consulente, sarà da considerare anche la sua parcella, che varierà a seconda del tariffario e dalla maggiore o minore complessità del bilancio stesso.

 

Partecipa al nostro webinar gratuito “Come prendere i soldi dalla società e investirli senza fare fatica” il prossimo 28 giugno

 

Cosa succede se si deposita il bilancio in ritardo?

Nel caso in cui il bilancio venga depositato in ritardo, per qualunque motivo, l’azienda andrà incontro a sanzioni amministrative, che saranno a carico non solo della società stessa, ma anche degli amministratori. Le sanzioni variano da un minimo di 103 euro a un massimo di 1.032 euro per le società di capitali e vengono applicate a ciascuno degli amministratori qualora vi sia un consiglio di amministrazione o qualora vi siano dei co-amministratori.

E non solo, la mancanza di deposito del bilancio potrebbe danneggiare non solo l’immagine e la reputazione dell’azienda, ma anche i rapporti con i creditori, altre istituzioni finanziarie e persino con i fornitori, risultando poco affidabile e credibile.

Nel caso di ritardi prolungati, l’azienda potrebbe anche subire ulteriori controlli approfonditi da parte delle autorità competenti, per verificare le motivazioni del ritardo e prendere eventuali provvedimenti, come sanzioni o altro.

 

In che mese si fa il bilancio?

Il bilancio d’esercizio si redige solitamente nel mese successivo alla chiusura dell’esercizio sociale, quindi a gennaio per le aziende che seguono l’anno solare. Tuttavia, la stesura può protrarsi nei mesi successivi, in modo da rispettare i tempi necessari per le verifiche contabili e l’eventuale revisione. È importante pianificare con attenzione le attività di chiusura del bilancio, coinvolgendo tutte le figure professionali necessarie (ad esempio, revisori contabili, consulenti fiscali) per garantire la correttezza e la completezza dei dati riportati.

 

Come vedere se è stato depositato il bilancio?

Per verificare se un bilancio è stato depositato, è possibile consultare il Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio competente. La consultazione può essere effettuata online attraverso il portale ufficiale del Registro delle Imprese, inserendo il codice fiscale o la partita IVA della società. In alternativa, è possibile rivolgersi direttamente agli uffici della Camera di Commercio per ottenere una visura aggiornata. La visura riporta tutte le informazioni relative alla società, compreso lo stato dei bilanci depositati negli anni precedenti.

Il deposito del bilancio è un adempimento essenziale per le aziende, che richiede attenzione e puntualità. Rispetto delle scadenze e correttezza nella redazione del bilancio sono fondamentali per evitare sanzioni e garantire la trasparenza delle informazioni finanziarie.

Se desideri maggiori informazioni su come prenotare una consulenza con i nostri esperti per valutare le opzioni disponibili e non esitare a contattarci. Gli esperti del nostro BC Team sono a tua disposizione per fornire assistenza e supporto personalizzato per soddisfare le tue esigenze.

Prenota la tua consulenza con il Team di BCFormula®

 

Iscriviti ai nostri webinar gratuiti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvia una chat
1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao
Come posso aiutarti?