«Non siamo ancora al traguardo di una piena parità. Soprattutto riguardo alla condizione delle donne nel mondo del lavoro, al loro numero, al trattamento economico, alle prospettive di carriera, alla tutela della maternità, alla conciliazione dei tempi: permangono disparità mentre cresce l’inaccettabile violenza contro di loro». Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, descrive l’attuale situazione delle donne nel nostro Paese. Secondo i dati Istat pubblicati nel Rapporto «Il mercato del lavoro 2020», infatti, in seguito alla crisi economica causata dalla pandemia,  il tasso di occupazione femminile è sceso dell’1,3%, contro lo 0,7% di quella maschile, mentre la differenza tra uomini e donne occupate è salita al 18,3% rispetto al 17,8% del 2019. E per le donne che rientrano nel mondo del lavoro? E’ cambiato qualcosa? Dopo i primi 9 mesi di pandemia, solo il 42,2% di chi aveva perso il lavoro è riuscita a trovarne uno nuovo. A conferma di questi dati, sappiamo, inoltre che, allo scorso dicembre, su 101mila persone che hanno perso il lavoro, 99mila sono state donne.

C’è poi un altro tema, quello dell’imprenditoria femminile, a cui siamo particolarmente legati in quanto la stessa BC Formula® è stata fondata da un’imprenditrice, una donna, Lara Zampini, che ha saputo farsi largo in un mondo prettamente maschile, come vedremo dai dati. In Italia, infatti, oggi, le imprese femminili sono circa 1,3 milioni su un totale di 6 milioni (Fonte: Osservatorio sull’imprenditoria femminile di Unioncamere e Infocamere), e come se questo non bastasse, il Covid ha dato la batosta finale: il 2020 si è chiuso con un saldo negativo di 3900 aziende al femminile in meno.

Sono quindi, queste, le ragioni per cui uno dei capitoli del Pnrr è dedicato proprio al lavoro femminile e alla parità di genere: le misure a sostegno dell’imprenditoria femminile (400 milioni di euro), dell’innalzamento del tasso di occupazione femminile grazie a benefici fiscali per chi assume lavoratrici donne, della formazione, della riduzione del «gender pay gap» la disparità di trattamento economico tra uomini e donne sono solo alcune delle iniziative previste per «realizzare la piena emancipazione economica e sociale della donna nel mercato del lavoro».

Vuoi saperne di più su questo tema? Claudia Voltattorni ne parla in un bellissimo articolo pubblicato sul sito del Corriere 👉 www.corriere.it